Mese: Settembre 2020

Quanto esercizio fisico si può fare su una bicicletta elettrica?

C’è l’idea diffusa che guidare le biciclette elettriche in qualche modo ti renda pigro o che sia una “free ride” se paragonata alla bicicletta tradizionale. Possiamo capire perché, dato che le e-bike offrono l’assistenza del motore, ma una volta che la proverai di persona, ti renderai conto che siamo lontani dall’andare in sella ad una sorta di motorino. In questo articolo spieghiamo quanto esercizio si può fare su una bici elettrica proprio perché è elettrica, non nonostante questo. 

 

Come funzionano le biciclette elettriche

 

È importante iniziare chiarendo che le biciclette elettriche (almeno quelle che sono legali da guidare nel Regno Unito) richiedono che il ciclista pedali prima che il motore elettrico sia attivato. Molte persone ritengono erroneamente che le biciclette elettriche funzionino senza bisogno di pedalare, funzionando come una sorta di moto (spesso chiamate “twist and go”). 

Di conseguenza, la “free ride” è fisicamente impossibile con una bicicletta elettrica e, di per sé, costituisce piuttosto una forma di esercizio fisico – anche se ha un motore. 

 

Abitudini di guida sulle E-bike

 

Ci sono una serie di studi condotti su questo argomento, poiché molti si sono chiesti quali siano gli effetti fisici (e i potenziali svantaggi) della guida di biciclette elettriche a confronto di quelle tradizionali. Uno, in particolare, ha seguito più di 10.000 adulti in diversi paesi d’Europa e ha scoperto che chi guida le e-bike, in media, faceva su base settimanale più esercizio fisico dei ciclisti tradizionali. 

 

Il motivo principale è che chi usa le biciclette elettriche tende ad usarle più spesso dei ciclisti tradizionali. Lo studio ha anche scoperto che i ciclisti di e-bike tendono a percorrere distanze più lunghe rispetto ai loro amici puramente a pedali. Così, anche se l’intensità di ogni viaggio è (ovviamente) più bassa, le biciclette elettriche offrono una forma di esercizio fisico praticabile – soprattutto per coloro che hanno sostituito l’auto o l’autobus con una bicicletta elettrica. 

 

Le biciclette elettriche sono anche più accessibili delle biciclette tradizionali, consentendo a più persone di sperimentare i benefici per la salute della bicicletta quando altrimenti non sarebbero in grado di farlo senza il motore elettrico. Offrono una via di mezzo tra il ciclismo e la guida e sono l’ opzione perfetta per i pendolari che vogliono essere più attivi ma non vogliono arrivare in ufficio tutti sudati e sfiniti. 

 

comprare una bicicletta elettronica

 

Che cosa dice la scienza

 

Il nostro sguardo sul rapporto tra bici elettriche ed esercizio fisico non sarebbe completo se non considerassimo gli effetti diretti della guida di una bici elettrica sul corpo. Un recente studio ha studiato l’effetto della guida di una bicicletta elettrica sulla frequenza cardiaca media del ciclista rispetto alla guida di una bicicletta tradizionale. L’ipotesi di partenza dello studio era che ci sarebbe stata una marcata differenza tra le due forme di esercizio, ma in realtà è vero il contrario. 

 

La maggior parte dei partecipanti ha raggiunto la regione di “vigorosa intensità” della frequenza cardiaca – che è il 70-85% della frequenza cardiaca massima di una persona. Inoltre, in media, nei conducenti di ebike’ la frequenza cardiaca è risultata del 94% come quella dei ciclisti tradizionali. Di conseguenza, lo studio ha concluso che la guida di biciclette elettriche è “un’eccellente forma di esercizio aerobico o cardiovascolare”. 

 

Inoltre, alcuni report suggeriscono che in sella a una bicicletta elettrica si brucia circa l’80% delle calorie di una bicicletta tradizionale per un determinato viaggio. Quindi, anche se non si raggiunge il pieno potenziale di combustione calorica che il ciclismo ha da offrire, è ben lungi dall’essere una “free ride”.

 

Riassumendo, le biciclette elettriche offrono una fantastica forma di esercizio fisico. Sono accessibili ad una gamma più ampia di persone e tendono ad essere usate più spesso delle biciclette tradizionali dai loro proprietari. Goditi un allenamento eccezionale o una piacevole passeggiata in città – con le biciclette elettriche hai la possibilità di scegliere grazie all’assistenza del motore. La nostra Furo X, per esempio, ti garantisce un buon esercizio cardiaco e divertimento. A nostro parere, la migliore forma di esercizio fisico è quella che si fa regolarmente e, se ci si diverte, si continua a pedalare più spesso. 

 

Se hai domande sull’esercizio fisico in bicicletta o sulle biciclette elettriche in generale, non esitare a metterti in contatto con noi oggi stesso. 

Modifiche all’e-Bike – Cosa fare e cosa non fare

Una volta che avrai tra le mani la tua nuova bicicletta elettrica, vorrai esplorare tutto ciò che può fare. Anche se è già incredibile fin dall’inizio, potresti iniziare ad armeggiare per capire se puoi sfruttarla ancora di più. In questo post, indichiamo come procedere quando si vuole modificare una e-bike. 

 

eTuning 

Le batterie al litio utilizzate per le biciclette elettriche sono molto potenti. Anche se sono destinate a fornire assistenza solo mentre si pedala, sono in grado di fare molto di più – ma questo non è privo di rischi significativi.

 

I produttori di e-Bike limitano l’uscita delle batterie a 250 Watt e posizionano un interruttore automatico sull’assistenza del motore non appena la velocità della bici supera i 25 km/h (15.5 mph). 

 

Alcuni dispositivi, tuttavia, sono in grado di aggirare queste restrizioni per raggiungere velocità più elevate. Uno di questi dispositivi è attaccato tra il sensore del magnete della ruota e l’unità computerizzata della bicicletta, ed essenzialmente manipola la velocità alla quale la bicicletta crede di viaggiare. Questo gli impedisce di interrompersi al limite legale di 25 km/h e permette al motore di spingere la moto a velocità troppo elevate. 

 

Per quanto possa sembrare divertente, ci sono una serie di problemi con questo particolare eMod. Il primo è che è illegale; le biciclette elettriche sono attualmente classificate come biciclette a pedalata assistita elettrica (EAPC) agli occhi della legge, e il limite di velocità di 25 km/h è una condizione rigorosa per questa classificazione. Se più veloce, la bici sarebbe classificata legalmente come scooter, con tutto ciò che comporta – licenze, assicurazione, sicurezza, ecc.. 

 

La manomissione dei limiti della batteria può anche invalidare la garanzia del produttore. Se qualcos’altro sulla tua bici si guasta e hai provato a manomettere i limiti del motore, allora la copertura non sarà valida. 

 

Il nostro consiglio è: se cerchi la velocità, pedala di più o prova a fare un percorso di montagna in bici elettrica. Sicuramente non vorrai rovinare la tua bici elettrica (o la tua fedina penale!) rovinando il motore. 

 

Fat Tyre  

Una modifica molto più fattibile è aggiungere pneumatici fat tyre alla tua e-bike. Se sei un ciclista abituale, potresti averli notati in giro sulle piste di montagna. Sono pneumatici spessi, quasi comicamente grandi, destinati ad favorire l’aderenza della bicicletta e a rendere la corsa più “fluida”. Anche se originariamente erano stati progettati per supportare le biciclette a pedalare sulla neve, hanno acquisito una sorta di status di culto in questi giorni – sembrano essere tanto popolari in città quanto in montagna. In ogni caso, possono essere aggiunti alla tua mountain bike elettrica per aiutarti ad avventurarti tanto sui sentieri di montagna quanto nel traffico dell’ora di punta. 

 

Marce 

Un altro aspetto della vostra e-Bike che puoi personalizzare sono le marce. Mentre molte e-Bike out-of-the-box sono perfettamente adatte a viaggiare con le marce già installate (Furo Sierra ha un cambio impressionante a 9 velocità), c’è sempre la possibilità di cambiarle in base alle proprie preferenze di guida senza l’assistenza del motore elettrico. 

 

Un’idea è quella di cambiare il rapporto di trasmissione tra la parte anteriore e posteriore della bici. Come regola generale, più marce hai nella parte anteriore, più difficile sarà pedalare, ma più veloce potrai andare. Più marce sul retro della bicicletta, invece, rende la pedalata più facile in generale, ma più difficile raggiungere velocità più elevate. La maggior parte delle e-Bike sarà in grado di gestire entrambe le opzioni e il motore alimentato a batteria ti assisterà quando necessario. 

 

In alternativa, puoi anche trasformare la tua e-Bike in una bicicletta a scatto fisso. Prediletta dagli hipster in giro per le strade di Londra, la ‘fixie’ si basa su una sola marcia e non ha la trazione. Il risultato è una bici che ha un look minimalista ma che a volte può essere più difficile da guidare (soprattutto in salita). Con una piccola spinta di un motore elettrico, però, si può andare da A a B senza sudare. 

 

Dopo aver avuto la tua e-bike per un po’ di tempo, potresti volerla personalizzare per far stupire sulla strada. Se vuoi aggiungere un tocco personale ti consigliamo di lasciar stare il motore elettrico e di concentrarti invece su altre parti come i copertoni e le marce. 

 

FuroSystems realizza una gamma di biciclette elettriche di precisione aeronautica. Le nostre e-Bike offrono ai pendolari un modo veloce, efficiente ed ecologico per viaggiare da e verso casa. Scopri Furo X – in assoluto la prima bicicletta elettrica pieghevole in full carbon. 

 

Scroll to top